Get Adobe Flash player

 

   INFORMAZIONI 

Separazione consensuale

La separazione consensuale è caratterizzata dall'accordo e dalla volontà dei coniugi e dal conclusivo controllo del Giudice. E' definita consensuale proprio perchè prevede il consenso espresso di entrambi i coniugi.

L’accordo dei coniugi viene consacrato in un ricorso (chiamato ricorso per separazione consensuale), all’interno del quale debbono essere indicate le condizioni alle quali i coniugi intendono separarsi. In particolare l’accordo ha ad oggeto l’assegnazione della casa coniugale, l’affidamento dei figli, il mantenimento e le modalità di frequentazione degli stessi, la somma periodica da corrispondere eventualmente al coniuge più debole. I coniugi potranno avere un avvocato ciascuno oppure decidere di farsi assistere da un unico avvocato il quale, dovrà redigere un ricorso ponendosi in una condizione di neutralità e di equidistanza da entrambi i coniugi.

ll ricorso per separazione consensuale è sottoscritto da entrambi i coniugi e deve essere depositato presso il Tribunale competente per l’iscrizione al ruolo.

Appena depositato il ricorso per separazione consensuale, viene predisposto e costituito il fascicolo d'ufficio ed il presidente del Tribunale fissa con decreto l'udienza alla quale i coniugi devono comparire personalmente.

Il Tribunale effettua un controllo di conformità tra quanto richiesto nel ricorso e la normativa vigente, ponendo particolare attenzione e cura all'aspetto dell'affidamento e del mantenimento della prole. Si tratta della c.d. omologazione, ovvero il controllo sulla conformità e compatibilità degli accordi di separazione alla legge.